L'Oasi faunistica del Pantano

Situato a pochi chilometri da Potenza, il lago del Pantano di Pignola si estende in una conca circondata da cime che raggiungono i 1000 metri.

Il lago ha origine da uno sbarramento artificiale in un'area circondata da prati e coltivazioni, inizialmente paludosa e bonificata in una fase successiva.

L'area è ricca di vegetazione sommersa e, sulle rive del lago, proliferano canneti, tife e giunchi.

La vegetazione arborea è arricchita dalla presenza di salici bianchi e salici fragili, di ontani napoletani e pioppi ibridi.

Interessantissima è l'avifauna del lago, comprendente specie bellissime come l'airone cenerino, le gallinelle d'acqua, le garzette, i fischioni, le alzavole ed altre specie di anatriformi quali lo svasso maggiore, il martin pescatore e la pavoncella.

Numerose sono anche le specie anfibie che popolano il lago: rane, l'ululone dal ventre giallo e rospo comune, solo per citarne qualcuna.

L'habitat del lago è arricchito poi dalla presenza di numerosi mammiferi carnivori ed insettivori, come la donnola, la volpe, la faina, il riccio e il toporagno acquatico.

(fonte: APT Basilicata)